sabato 23 luglio 2011

Ministeri in Villa: i manifestanti 'rimbalzati' oltre i cancelli. Ecco chi c'era

Li hanno tenuti tutti a debita distanza, nessuna eccezione. I manifestanti, oltre 150, che stamane hanno picchettato l'ingresso della Villa Reale per esprimere il proprio dissenso durante l'inaugurazione targata Lega e Pdl di quattro distaccamenti ministeriali, hanno fatto capolino di prima mattina, srotolato striscioni e improvvisato slogan, ma sempre a distanza di sicurezza.
Presente la lista civica 'Cambia Monza', i giovani dell'Udc, il Partito Democratico, esponenti del comitato 'La Villa Reale è anche mia', studenti e professori dell'Istituto d'Arte di Monza e semplici cittadini sventolanti il tricolore, tutti accomunati da un secco e negativo parere circa l'avvento dei ministeri in Villa Reale.

Monza_protesta_ministeri_-_Cambia_Monza«La Lega non può spadroneggiare in questo modo, – dichiarano all'unisono Giuseppe Natale e Emanuele Lauria (quia in foto a destra), rispettivamente presidente e vicepresidente di 'Cambia Monza' – hanno consegnato la Villa Reale senza il consenso dei cittadini. Si tratta di un'iniziativa demagogica e politica. Le priorità per Monza sono altre: il Parco, la riqualificazione artistica della Villa Reale, il recupero delle aree dismesse e il traffico».

«Una colossale presa in giro, – commenta Alberto Garbo, coordinatore regionale giovani Udc – mentre l'Italia brucia e la finanziaria mina le tasche degli italiani, i leghisti festeggiano 100 metri quadrati di fuffa. Quali saranno le competenze di questi distaccamenti? Quale l'utilità? Chi occuperà le scrivanie?».

Monza_protesta_ministeri_-_isa2Preoccupati anche gli studenti dell'Isa: «Ci stanno buttando fuori – chiosa una ragazza – e noi non vogliamo finire in un prefabbricato o in un'altra sede. L'Isa è una scuola con tradizione, è un simbolo della città. Sono anni che richiediamo degli interventi per sistemare la struttura e nessuno ci ha mai ascoltato».

Curioso il siparietto tra due consiglieri comunali e le sicurezza che regolava gli accessi: Sergio Civati e Carmine Bubba, consiglieri di minoranza, si sono presentati con regolare invito ai cancelli della Villa Reale ma sono stati respinti. Motivo? Entrambi erano avvolti in una bandiera italiana.

Monza_protesta_ministeri_-_Comitato_Villa_anche_mia