logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

lunedì 26 maggio 2014

Nella corte di Re Crimisi

Le catene arrugginite di lune in prigione  vanno in frantumi dal sole in cammino in una strada, gli orizzonti cambiano . Il torneo è iniziato, il pifferaio viola gioca la sua melodia, Il coro dolcemente canta tre ninne nanne in una lingua antica, per il giudice  del Re Cremisi, il custode della città dei tasti . Mettere imposte sui sogni, aspetto fuori la porta del pellegrino con schemi insufficienti. La regina nera intona la marcia funebre, le campane d'ottone incrinate suoneranno per richiamare di nuovo la strega del fuoco. Per la corte del re cremisi Il giardiniere pianta sempreverde, mentre calpesta un fiore. Inseguo il vento di una nave prisma. Per gustare il dolce e aspro, Il giocoliere modello alza la mano, l'orchestra inizia. Mentre lentamente gira la mola alla corte del re cremisi sul morbido grigio di mattina, vedove piangono i saggi, condividono uno scherzo, corro a cogliere i segni del rabdomante . Per soddisfare la bufala, il giullare giallo non gioca , ma dolce tira le fila e sorride, come i pupazzi nella corte di Re Cremisi.