venerdì 11 aprile 2014

L' Anarchico

Il vero anarchico è colui che rifiuta la violenza dei gruppi organizzati.

L'anarchico rifiuta di essere parte integrante del sistema voluto da altri.

Il vero anarchico è per una giustizia sociale, dove ogni opportunità è aperta e accessibile senza chiedere nulla al prossimo.

L' anarchico non pensa alle opportunità personali, ma si orienta al bene della comunità.

Il vero anarchico lascia spazio al pensiero del prossimo e lo comprende.

L' anarchico è per la crescita personale svincolata dai dogma e libero dagli steccati.

Il vero anarchico è concentrato sulla immediatezza della risoluzione dei problemi senza barriere, rimanendo aperto a tutte le possibilità, senza pregiudizi o interessi di parte.

L'anarchico si allontana dal pregiudizio, prende le distanze dalle pressioni esterne provenienti dalla società e condizionamenti da parte dei media.

Il vero anarchico è lontano dal conformismo e nella ricerca di piacere a tutti i costi al prossimo.

Essere anarchico è una scelta per creare una condizione che ci piace nel proprio modo di esistenza.

Il vero anarchico non combatte il prossimo, non cerca vendette, osserva gli eventi senza forzature o scatti rabbiosi, è predisposto alla resilienza.

L'anarchico si affida ai valori positivi che tutti riconoscono ed ogni sua decisione si orienta al rispetto di questi.

Il vero anarchico è curioso, non è mai troppo vecchio, troppo intelligente,troppo esperto, troppo ricco, troppo potente, troppo creativo per imparare qualcosa di nuovo dal prossimo.

L' anarchico è come il bambino che non riconosce sovrastrutture e condizionamenti imposte da una società di adulti corrotti per trarne vantaggi personali.

Il vero anarchico non è un rivoluzionario, non è un violento come vogliono far credere, non cade nell'abisso di azioni violente, ma è solo un individuo attento al benessere universale della persona.



HDM