venerdì 19 aprile 2013

I fiori più belli per Sara e Francesca



Vi ricordate Sara Panuccio e Francesca Colonnello, le due ragazze morte nella tragedia di Ventotene (qui la lettera che il papà di Sara, Bruno Panuccio, aveva scritto a Byoblu.com)? Domani saranno tre anni dal giorno della sciagura, da quella maledetta gita scolastica che avrebbe potuto essere una delle tante cui i nostri ragazzi partecipano, nella spensierata convinzione di divertirsi e di tornare a casa dalle loro famiglie per raccontarlo, magari con le guance arrossate dal sole.

http://www.byoblu.com/post/2013/04/19/i-fiori-piu-belli-per-sara-e-francesca.aspx#more-14350


Una frana che avrebbe potuto essere prevista, una tragedia che avrebbe potuto essere evitata, prendendo le opportune precauzioni, molto prima di trasformarsi in dolore, e poi in rabbia, e poi in un processo e, infine, in una sentenza. Sentenza che, tuttavia, ora potrebbe perfino non arrivare, a causa della probabile chiusura del tribunale di Gaeta e del conseguente spostamento del processo a Cassino.
Se questo dovesse avvenire, sarebbe ovviamente una vergogna tutta italiana, che non deve in alcun modo venire oscurata dalle elezioni del nuovo Presidente della Repubblica. Si dimenticano tante cose, in questa repubblica un po’ distratta. Questa no. La fotografia di Ventotene va tenuta bene appiccicata alla parete, in bella mostra. Bisogna farlo per Bruno, certamente, e per Sara e Francesca, soprattutto. Ma anche per tenere desta l’attenzione di tutte quelle amministrazioni pubbliche che potrebbero trasformarsi da un giorno all’altro in assassine, spesso per ignavia o per pressappochismo.
Vogliamo verità e giustizia. Saranno i fiori più belli che potremmo recidere in memoria della profumata fragranza di primavera che colorava i visi sorridenti di due ragazzine felici.