domenica 4 settembre 2011

La strumentalizzazione della casaleggio associati

Sono incazzato in questi giorni, perché so chi si cela dietro gli attacchi contro la casaleggio e credo anche di intuirne il motivo.
L’importante è darsi un nome e creare visibilità attraverso la rete, seguendo qualsiasi pensiero o linea politica apprezzata dalla gente e magari inserirci dentro anche qualche menzogna.
Loro che chiamano i “grillini” talebani si sono dimostrati peggio dei talebani stessi, non accettando critiche, polemiche o discussioni di vario genere. C’è da chiedersi, chi è quello veramente democratico?
Accuse infondate e anche tentativi di potersi accaparrare i blogger e/o strumentalizzare alcune persone distorcendo la realtà in modo semplice e banale. A volte stare in silenzio e capire, anche quando si sta parlando con qualche buffone è una medicina amara da ingerire pur di comprendere la verità, ma del resto il tempo è galantuomo e porta a galla i rifiuti. Il chiacchericcio da bar a me non è mai piaciuto sopratutto in assenza di prove, ma del resto non me ne voglia chi soffrendo d’invidia ed essendo assetato di potere vorrebbe realmente controllare “qualcuno”.
Il loro compito è solamente quello di giocare con la realtà in modo da distorcerla, crearsi una visibilità tale in modo da contrattaccare a qualsiasi costo. Cosa rispondere ad una persona che ti dice “Ma io il potere lo voglio” e che addita tutti come populisti, quando finisce per fare del populismo lui stesso. Se non sei abbastanza deficiente da credere ad uno che ti dice che tu ti devi fidare di lui qualsiasi cosa lui ti dica, allora ti poni delle domande e i dubbi diventano leciti.
Farsi scudo con personaggi importanti e tentare di giocare sulla loro buona fede è un mezzo necessario per circuire altri ad aggregarsi ad un movimento mirato al controllo. Allora mi viene da chiedere chi si nasconda dietro questi famosi attacchi e se ci sia qualcosa di più grosso sotto le lenzuola, magari i servizi segreti di sinistra? o solo un gruppo di esaltati pronti a tutto pur di dominare l’informazione della rete?
Prima di questo nessuno aveva avuto modo di lamentarsi, ma perché?
Non ho mai sentito la casaleggio sbraitare contro qualcuno o tentare di lavare il cervello alle persone ponendosi al di sopra di queste.
Tolto che chi si comporta così oltre a meritarsi brutte risposte e anche altro, sarebbe pericolosissimo con il potere in mano.

Fabio Papurello