domenica 24 aprile 2011

Sanità Abruzzo, D'Alessandro: «Chiodi chiarisca su Croce Rossa»

Cesare D'Alessandro IDV
L'Aquila, 23 apr 2011 - «Abbiamo appreso che il signor Daniele Tosoni, volontario della Croce Rossa di Carlino in provincia di Udine - dichiara il consigliere regionale Cesare D'Alessandro (Idv) - ha subito un provvedimento disciplinare di sospensione, che è praticamente l'anticamera del licenziamento».

«Sarà un malaugurato caso, ma Daniele Tosoni è quel signore che in una recente trasmissione di Report aveva riferito alla Gabanelli notizie non gradite   (clicca ) sul Comitato abruzzese della CRI, presieduto da Maria Teresa Letta, sorella del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta. 

M.Teresa  LETTA
Ebbene, poiché la Croce Rossa italiana riceve finanziamenti pubblici per circa 170 milioni di euro all'anno, ma da oltre sei anni non subisce alcun controllo della Corte dei Conti, ho presentato un'interrogazione con la quale chiedo al Governatore Chiodi di fornire una serie di informazioni che riguardano la Cri abruzzese».
«In particolare, ritengo che tutti i cittadini debbano aver contezza dei bilanci della Cri - sostiene D'Alessandro - ma soprattutto di come sono state utilizzate le donazioni dei cittadini pervenute alla Croce Rossa a seguito del terremoto dell'Aquila. Sarebbe anche interessante sapere - conclude D'Alessandro - quali sono le proprietà immobiliari della Cri abruzzese e in che stato versano, nonché per quale motivo è stato sospeso dal lavoro un impiegato che guadagna poco più di mille euro al mese. Solo per un peccato di lesa maestà, avendo raccontato ad una giornalista, per di più corretta e stimata come la Gabanelli, cose sgradite al manovratore?».

E la gestione personalistica della presidente Maria Teresa Letta, denunciata dal maresciallo Lo Zito  (clicca) 


Fonte: Il Capoluogo