logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

martedì 21 dicembre 2010

Qual'è il futuro dell'Ospedale Forlanini?

Votes
A Roma, nel Municipio Roma XVI, al centro del quartiere di Monteverde c'è un ospedale abbandonato, il Forlanini. La precedente giunta regionale infatti, nel piano di riassetto sanitario, ne aveva disposto la chiusura perche ritenuto un duplicato del vicino ospedale San Camillo. La struttura ospedaliera, che continua ad operare al minimo con una trentina di operatori precari a rischio di licenziamento, è stata commissariata e la Regione Lazio ha nominato a luglio come commissario il Prof. Massimo Martelli, primario di chirurgia toracica dell'ex-Ospedale. In questi giorni il commissario ha presentato il Piano di riassetto dell'Ospedale che, se attuato, avrà un impatto significativo sui servizi socio-sanitari del Municipio Roma XVI e di tutta Roma. Martelli ha dichiarato che "la Sanità è una cosa pubblica e tale deve rimanere" ed il suo Piano sembra essere improntato al rilancio delle funzioni pubbliche della struttura.
Sostanzialmente il Piano propone la divisione in tre blocchi con funzioni diverse, della enorme struttura ex-ospedaliera di Monteverde. La prima dedicata a funzioni prettamente ospedaliere (reparti e sale operatorie) nella parte che affaccia su Via Ramazzini, la seconda quella mediana, dedicata a funzioni riabilitative e di lungodegenza, e la terza dedicata a funzioni poliambulatoriali nella parte che affaccia su Via Portuense.
Il Piano sembra incentrato sul contenimento dei costi (un posto letto in ospedale costa 800 euro al giorno contro 150 euro di una struttura riabilitativa) ma anche all'offerta di nuovi servizi pubblici destinati alla popolazione anziana. Infatti le strutture riabilitative e di lungodenza, le cosidette R.S.A. (residenze sanitarie assistite) a Roma sono di fatto un monopolio del settore privato mentre il Piano prevede che vengano predisposti 300 posti letto all'interno del Forlanini. Inoltre il Piano prevede l'accorpamento all'interno dell'area ospedaliera di tutti i Poliambulatori della Asl Roma D attualmente presenti nelle vicinanze dell'Ospedale, ma ospitati in strutture private in affitto. Quindi ancora contenimento (giusto!) dei costi, ma rilancio dei servizi. L'affitto, tanto per capire meglio, attualmente ammonta a 2.000.000 di euro all'anno mentre verrebbero ospitati gratis all'interno dell'Ospedale, che sarà servito da mezzi pubblici che lo collegano da quel lato con il centro dopo che sarà stato terminato il lavoro di posa del cavalcavia ferroviario su Via Portuense.
Insomma sembrebbe essere un buon Piano di riassetto. Per poterne verificare gli effetti sul territorio del Municipio Roma XVI, in cui sono consigliere della Lista civica 5 stelle di Roma, ho fatto una richiesta di audizione del Prof. Martelli, presso la Commissione municipale Affari Sociali. Nei prossimi giorni se la richiesta verrà esaudita dal Presidente Vincenzo Guido, predisporremo la possibilità di riprendere con le telecamere la seduta della Commissione cosi da informare i cittadini su queste importanti novità che riguardano il proprio territorio.