sabato 4 dicembre 2010

Barriera Albertina: ci scrive una cittadina

Cattelan-L-O-V-E.jpg
Foto dell'opera di Maurizio Cattelan (L.O.V.E. (2010)) esposta davanti a palazzo Mezzanotte, sede della Borsa di Milano.
E' con piacere che leggiamo e diamo spazio al contributo che ci è arrivato

La cultura e la politica sono concetti inscindibili da sempre!
Lo sviluppo storico dell'arte e della cultura è strettamente legato alla coscienza politica di ogni popolo.
Questo binomio coesiste fin dall'antichità. Le leggi dello stato hanno da sempre influenzato la morale, la scienza, l'arte e la cultura dei popoli. Quest'ultima infatti è ed è sempre stata testimonianza del pensiero politico.
Ci sono stati momenti nella storia in cui l'arte ha tentato di rivendicare una propria autonomia dal contesto sociale e politico. Nonostante ciò l'arte non si astrae mai dalla realtà storica del proprio tempo, anzi, ne diventa rappresentazione nel bene e nel male perché ne affronta tematiche e problematiche esaltandone la potenza o talvolta denigrandone l'ideologia.
Credo che negare ai cittadini un spazio come la Barriera Albertina (unico spazio pubblico a Novara) all'espressione del pensiero politico, sia un gesto di impoverimento ai danni della collettività.
Negare un luogo così prezioso impoverirebbe Novara e le nostre coscienze!

Lettera firmata