domenica 5 settembre 2010

Fotovoltaico a tempo di record in Provincia di Lucca

In Provincia di Lucca, e precisamente nel Comune di Coreglia Antelminelli, l’Amministrazione comunale a tempo di record ha messo a punto un importante investimento “verde” andando a realizzare, in particolare, un impianto fotovoltaico nell’area PIP del Fontanone nella frazione di Piano di Coreglia a fronte di un costo complessivo pari a 450 mila euro. Già a partire dal prossimo mese di ottobre 2010 l’impianto fotovoltaico entrerà in esercizio in un tempo pari ad appena sei mesi; grazie all’energia elettrica prodotta, ed agli incentivi statali, a beneficiare di tale impianto saranno così sia le casse comunali, sia l’ambiente attraverso l’abbattimento delle emissioni di anidride carbonica (C02).
L’opera realizzata nel Comune di Coreglia Antelminelli funge da vero e proprio esempio per il nostro Paese visto che in tempi brevissimi si è passati dall’approvazione del progetto definitivo alla realizzazione ed al completamento dei lavori dopo aver acquisito le necessarie autorizzazioni, e dopo aver espletato la gara di affidamento e sottoscritto il relativo contratto di mutuo.
Quello realizzato, in accordo con quanto dichiarato da Diego Santi, il Consigliere delegato alle infrastrutture energetiche del Comune di Coreglia Antelminelli, rappresenta uno dei più importanti impianti fotovoltaici presenti nella Provincia di Lucca; l’impianto, realizzato dallo Studio di Ingegneria Associato Beneforti & Marchi di Barga, si estende su una superficie pari all’incirca a 200 metri quadrati, ed ha una potenza di picco pari a 100 KW.
Tra gli altri interventi finalizzati all’efficienza ed al risparmio energetico, il Comune di Coreglia Antelminelli, ed in particolare la Giunta, ha dato il via libera anche ad un progetto, sempre nella frazione di Piano di Coreglia, finalizzato alla riduzione dei consumi energetici presso la scuola primaria “Carlo Del Prete”. Al riguardo è stato chiesto un cofinanziamento regionale che, tra gli interventi previsti, prevede la possibilità di andare a convertire nella scuola la centrale termica utilizzando il pellet.