logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

venerdì 4 giugno 2010

MALAGROTTA (roma) risanata!

Dopo l’incontro di martedì scorso in Municipio sembra finalmente arrivata alla fine la lunga gestazione della Consulta Ambientale per la Valle Galeria , formalmente istituita nel novembre del 2008.



L’incontro è stato sollecitato da alcune Associazioni e Comitati del XVI Municipio che, a seguito di una valutazione del contesto ambientale, della concentrazione di impianti inquinanti, e di una scarsa e insufficiente attenzione istituzionale e controllo delle condizioni di inquinamento, hanno ritenuto necessario di chiedere al Presidente del Municipio “…un incontro urgente alla S.V. per conoscere le azioni concrete adottate o che intende intraprendere codesta Amministrazione per garantire la sicurezza dei cittadini della Valle Galeria e di tutto il Municipio sul quale sorgono gli impianti citati.”



All’incontro con il Presidente e Vicepresidente del Municipio, Fabio Bellini e Carmine Contrasto, l’Assessore alle Politiche della Mobilità e delle Azioni Ambientali, Romeo Guardani e la Presidente della Commissione alle Politiche della Mobilità e delle Azioni Ambientali, Daniela Cirulli, hanno partecipato rappresentanti di Reti di Pace, Coordinamento Luoghi Comuni, Comitato Malagrotta, Pisana 64, ViviMassimina, LIPU Castel di Guido e Banda Gassotti; la CGIL non ha potuto essere presente per un impegno imprevisto.



Nell’incontro si è lungamente parlato “dell’INCIDENTE” dell’Assemblea Pubblica richiesta dalla Prefettura che, per una SOTTOVALUTAZIONE e MANCANZA di adeguata informazione DA PARTE DEL MUNICIPIO, ha registrato una scarsissima partecipazione dei cittadini interessati. Oltre che sulla opportunità di coinvolgere il più possibile i cittadini in questa informazione, si è anche convenuto da parte di Bellini sulla necessità di modificare l’impostazione data dal Prefetto di informare sulle condizioni di sicurezza di ogni singolo impianto, ma di considerare “l’area vasta” di tutte le installazioni della valle e le possibili conseguenze di incidenti con effetto domino.



In questa discussione la necessità di raggiungere al più presto l’operatività della Consulta è risultato un obiettivo imprescindibile; è stata presentata una bozza, pressoché definitiva del Regolamento di attuazione ed è stato dato appuntamento a lunedì prossimo alla riunione di Commissione, dove verrà approvata con le possibili, si spera ultime correzioni eventualmente suggerite anche dai Comitati, per essere poi definitivamente accolta nel primo Consiglio Municipale successivo.



Ritengo che il clima propositivo nel quale si è chiuso l’incontro possa essere beneaugurante sia della conclusione di questa travagliata costruzione, sia soprattutto di un suo proficuo funzionamento che veda prevalere la collaborazione di tutti.
Maurizio