lunedì 23 febbraio 2015

Il deputato M5S che ti spiega la «geoingegneria» delle scie chimiche

http://www.giornalettismo.com/archives/1743927/il-deputato-m5s-che-ti-spiega-la-geoingegneria-delle-scie-chimiche/

Il deputato Mirko Busto posta una infografica sui pericoli della scienza utilizzata in realtà per ben altre cose. E scattano commenti sul complottismo


le sue dichiarazioni sul microchip sottocutaneo – sostiene sui social l’attività del collega Mirko Busto che, in una infografica, spiega l’origine del metodo che avvallerebbe – secondo diverse tesi complottiste – la teoria delle scie chimiche.
IL PERICOLO11! – Busto nel post su Fb spiega cosa è la geoingegneria: «Non è altro che l’ingegneria climatica, ovvero la scienza che studia come modificare il clima su larga scala». Il deputato incalza, uscendo dal tracciato della scienza utilizzata per la realizzazione di grandi opere come il Mose: «Gli effetti collaterali sono sconosciuti e i rischi enormi, ce lo dice la ricerca scientifica. Ma l’alternativa sarebbe rimettere in discussione il sistema economico imperante e gli equilibri del potere mondiale». E infine: «Scommettiamo che ad un certo punto verrà proposta come unica soluzione possibile per fronteggiare il cambiamento climatico?». Il post è stato ripreso (ironicamente) dalla pagina Fb Protesi di complotto:
Sotto l’infografica, che rimanda a un link sul blog del deputato (il cui titolo è“Geoingegneria: l’arma finale del sistema”), fioccano i commenti. Non tutti sostengono l’attività del 5 stelle.
Il deputato, davanti alle critiche, replica così via social:
A chi dice di pagarmi lo stipendio: sul mio post sono citate solo fonti IPCC e scientifiche. Se poi per pigrizia preferite far ricorso a quello che pensate di sapere già, fate voi. La Geoingegneria è e sarà sempre più proposta tra le possibili soluzioni al cambiamto climatico. Sarebbe utile discuterne senza atteggiamenti ottusi.
«Caro Mirko Busto – sostiene Luca, un utente tra i commenti – lei viene presentato come laureato e esperto in materia, purtroppo un esperto in materia saprebbe benissimo che la geoingegneria non c’entra NULLA con l’ingegneria climatica. Infatti la geoingegneria si occupa di tutt’altro ed è presente da anni anche come corso di laurea. Si vada a leggere per benino di cosa si occupa la geoingegneria invece di postare fregnacce». L’infografica si allontana decisamente da quelli che sono i reali studi della materia. Sbiancamento nuvole con acqua marina e iniezione di solfati nell’atmosfera sono ben lontani dal lavoro (reale) dei ricercatori dell’Istituto di geologia ambientale e geoingegneria.