logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

sabato 19 ottobre 2013

Mafia, il business dei rifiuti vale 3,9 miliardi: "Campi contaminati, allarme per le coltivazioni" „Mafia, il business dei rifiuti vale 3,9 miliardi: "Campi contaminati, allarme per le coltivazioni"“ Potrebbe interessarti: http://www.today.it/cronaca/terreni-contaminati-italia-classifica-regioni.html Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

http://www.today.it/cronaca/terreni-contaminati-italia-classifica-regioni.html
Mafia, il business dei rifiuti vale 3,9 miliardi: "Campi contaminati, allarme per le coltivazioni"
In testa alla classifica delle regioni con la maggior percentuale di siti inquinati rispetto alla superficie totale e' la Campania, con il 18% del suo territorio da bonificare, davanti a Sardegna, Lazio e Piemonte

Mafia, il business dei rifiuti vale 3,9 miliardi: "Campi contaminati, allarme per le coltivazioni"
Quasi un immobile su quattro tra quelli confiscati alla criminalita' organizzata e' terreno agricolo, a dimostrazione della strategia di accaparramento delle campagne messa in atto dalla criminalita' organizzata. E' quanto emerge dal Rapporto "Agromafie" sui crimini agroalimentari in Italia elaborato da Coldiretti/Eurispes e presentato al Forum Internazionale dell'Agricoltura e dell'Alimentazione in corso a Cernobbio. Su 12.181 beni immobili confiscati alla criminalita' organizzata, oltre il 23 per cento (2.919) - sottolineano la Coldiretti/Eurispes - sono rappresentati da terreni agricoli.
Ma le mani della Mafia Spa - continua la Coldiretti - si allungano lungo tutta la filiera e, su un totale di 1.674 aziende confiscate, ben 89 (5,3 per cento) operano nei settori "Agricoltura, caccia e silvicoltura" e 15 (l'1 per cento circa) nei settori "Pesca, piscicoltura e servizi connessi", 173 (10 per cento) nella ristorazione ed alloggio e 471 (28 per cento) nel commercio all'ingrosso e al dettaglio, anche nell'agroalimentare. Osservando la distribuzione regionale delle aziende definitivamente confiscate emerge il netto primato della Sicilia (45 imprese), seguita dalla Calabria (25) e dalla Campania (24). La stessa classifica - precisano Coldiretti/Eurispes - si ripropone quando si prendono in considerazione i terreni definitivamente confiscati alle mafie nel Mafia, il business dei rifiuti vale 3,9 miliardi: "Campi contaminati, allarme per le coltivazioni"
2012: ben 1.440 in Sicilia, 502 in Calabria e 430 in Campania.

Terra dei fuochi, un'ecatombe: "Morte altre due donne"

Sempre piu' spesso le campagne vengono usate per smaltire rifiuti e sostanze tossiche. L'accaparramento di terreni agricoli serve infatti anche a coprire il business criminale dei rifiuti che sviluppa un fatturato illegale che ha raggiunto quasi 3,9 miliardi, tra rifiuti speciali e' urbani, con oltre cinquemila reati accertati nel 2012. E' quanto emerge da una analisi dell'Indagine Coldiretti/IXE.

"Terra dei fuochi", veleno nei campi: "Uccise intere generazioni"

Le imprese criminali si impadroniscono dei terreni destinati alla produzione di cibo e li utilizzano come vere e proprie discariche. I campi vengono cosi' contaminati spesso in maniera irreversibile, con gravi rischi per l'ambiente, ma anche per la salute delle persone poiche' mafia e camorra, al fine di coprire l'attivita' di smaltimento illecito, continuano la coltivazione di ortaggi o altri prodotti. L'ultima emergenza e' scoppiata nella Terra dei Fuochi, l'area campana tra le province di Napoli e Caserta. Una situazione rispetto alla quale - sottolinea la Coldiretti - occorre fare immediatamente chiarezza con la mappatura dei siti realmente inquinati. Gli agricoltori sono pronti a chiedere il risarcimento danni per il pesante danno economico e di immagine che sta colpendo le aziende. Ma la contaminazione dei suoli e' un problema che interessa ormai l'intero Paese - continua la Coldiretti - con ben 725.000 ettari di aree gravemente inquinate, una superficie grande poco meno del Friuli Venezia Giulia.

La "pattumiera d'Italia": fra disastri ambientali e morti sospette

In testa alla classifica delle regioni con la maggior percentuale di siti inquinati rispetto alla superficie totale e' la Campania, con il 18% del suo territorio da bonificare, davanti a Sardegna, Lazio e Piemonte. Secondo il rapporto Agromafie, si tratta di zone industriali e di altro genere che sono state spesso sottratte all'uso agricolo, tanto che nel giro di vent'anni sono scomparsi 4,4 milioni di ettari di campagna, oltre un terzo della superficie agricola attuale, secondo un'analisi Coldiretti su dati Istat. Un fenomeno - conclude la Coldiretti - determinato dalla cementificazione selvaggia, ma anche della crescita della presenza della criminalita' organizzata nelle strategie di utilizzazione del suolo.
Terra dei Fuochi, benvenuti nella terra del Biocidio, dove l'immondizia uccide
Benvenuti nella terra del Biocidio, dove l'immondizia uccide

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/terra-fuochi-morti-cancro.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/terreni-contaminati-italia-classifica-regioni.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/terreni-contaminati-italia-classifica-regioni.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930


Potrebbe interessarti:http://www.today.it/cronaca/terreni-contaminati-italia-classifica-regioni.html
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930