mercoledì 26 giugno 2013

Equitalia e la lista degli intoccabili: i nomi dei grandi evasori coperti da segreto di Stato

http://www.investireoggi.it/attualita/equitalia-e-la-lista-degli-intoccabili-i-nomi-dei-grandi-evasori-coperti-da-segreto-di-stato/
Sono ben 545 i miliardi di euro  di tributi non riscossi da Equitalia.  Il terrorismo tributario commesso da Equitalia non ha risparmiato nessun cittadino, o quasi.  Nessun comune cittadino può, infatti, avere privilegi nei confronti di fisco e tasse, nessun comune cittadino che non appartenga ai giusti ambienti, ai salotti importanti.
L’associazione Federcontibuenti è convinta, e lo denuncia attraverso un Comunicato Stampa diffuso oggi, che esista una lista di nomi di coloro che non hanno versato quei 545 miliardi di euro. E che quella lista sarà coperta dalSegreto di Stato (così come furono coperti dallo stesso veto governativo i lavori di ristrutturazione della villa privata in Sardegna di Silvio Berlusconi) perchè in essa sono nascosti nomi importanti, altisonanti.


equitalia4Se Equitalia, con il potere immenso che ha, non ha potuto recuperare questa somma, sempre secondo la Federcontribuenti, è stato perchè qualcosa o qualcuno lo ha impedito.
Il presidente Paccagnella ricorda  ” Ricordo, di come, durante la Seduta n. 332 del 7/6/2010, si interrogava il Governo su Equitalia in merito all’esistenza di una circolare nella quale era riportato un dettagliato elenco di persone, imprese e partiti a cui non bisognava inoltrare procedure esecutive e comunque si davano disposizioni di non riscuotere il dovuto all’erario. Che fine ha fatto questa indagine? ”.
Persone, imprese e partiti alle quali non mandare procedure esecutive, un’indagine in corso insabbiata come accade a tutte le cose scomode che toccano personaggi troppo importanti, mentre il comune cittadino vive con l’angoscia delle sanzioni e delle procedure adottate da Equitalia per riscuotere il dovuto.
La Federcontribuenti si impegna ad andare a fondo in questa faccenda non accontentandosi del solito capro espiatorio per garantire i diritti di tutti quei cittadini che, nonostante la crisi economica, nonostante l’assenza di lavoro, sono caduti vittime della riscossione selvaggia messa in atto da Equitalia.