Di Lorella Presotto

Le cose in realtà sono molto, molto più complesse e molto molto più inquietanti. Per salvarci dovremmo prima recedere dal Trattato di Lisbona, e quindi uscire dall'europa e dall'eurozona. Poi potremmo dedicarsi al sistema italiano tutto da rifare. per uscirne dovremmo far cadere il sistema che abbiamo. Noi abbiamo un sistema a democrazia rappresentativa, la nostra costituzione prevede che siano i nostri delegati a ratificare i trattati internazionali (art. 10 cost.), per questo hanno potuto sottoscrivere il Trattato di Lisbona. Non possiamo usare il referendum, perchè la costituzione dice che il referendum non può essere utilizzato per leggi tributarie e trattati internazionali. Quindi, l'unico sistema per recedere é abbattere il sistema di democrazia rappresentativa, instaurare la democrazia diretta e con il voto diretto del popolo recedere dal Trattato di Lisbona. Il nostro non é un sistema a democrazia diretta. E' un sistema a democrazia rappresentativa e quando l'art. uno recita "la sovranità appartiene al popolo che LA ESERCITA NEI LIMITI E MODI STBILITI DALLA COSTITUZIONE" significa che tali strumenti sono previsti solo in materia di diritti civili e non di altri diritti. Costituzione della Repubblica Italiana - Art. 75.

È indetto referendum popolare per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali.

Non è ammesso il referendum per le leggi tributarie e di bilancio, di amnistia e di indulto, di autorizzazione a ratificare trattati internazionali.

Hanno diritto di partecipare al referendum tutti i cittadini chiamati ad eleggere la Camera dei deputati.

La proposta soggetta a referendum è approvata se ha partecipato alla votazione la maggioranza degli aventi diritto, e se è raggiunta la maggioranza dei voti validamente espressi.

La legge determina le modalità di attuazione del referendum. NON E' AMMESSO REFERENDUM PER LEGGI TRIBUTARIE E DI BILANCIO, DI AMNISTIA E DI INDULTO, DI AUTORIZZAZIONE A RATIFICARE TRATTATI INTERNAZIONALI. E siccome i referendum li approva la Corte Costituzionale che sta a guardia della Costituzione, non approverà mai, finché l'articolo 75 sarà scritto in questo modo, un referendum abrogativo del Trattato di Lisbona. Quindi prima di tutto capire, in quale situazione ci troviamo. Comprendo che non a tutti é facile districarsi nel guazzabuglio di leggi, leggine e trattati. Io stessa oggi in questa mia discussione con tutti voi ho fornito numerose informazioni, che ben spiegano i meccanismi sia di legge interna che sovranazionale. Il popolo ha ragione di volersi liberare di questa schiavitù, perché di questo si tratta, un nuovo ordinamento globale che ridurrà in cenere tutte le costituzioni e asservirà tutti i popoli. Quindi dobbiamo accusare la verità, anche se fa male, capire chi combattiamo e trovare la giusta via per riscattarci. La via per la libertà é però ragionata e ben determinata, non impulsiva e confusa. Recuperiamo la nostra sovranità prima di tutto, il resto sarà molto semplice. Non ascoltate gli economisti venduti e bugiardi del sistema. Leggete la teoria di Keynes. Teoria di Maynard Keynes o Teoria della domanda aggregata. COn l'applicazione di tale teoria sull'economia reale é stata sconfitta la crisi del 1929. Grillo non é un economista ma il leader di un movimento che fa istanze. Nelle menzioni di Grillo si riconoscono molti riferimenti alla teoria di Keynes.

 ·  · Condividi · Elimina