giovedì 9 febbraio 2012

Infiltrazioni mafiose a Salemi: il M5S aveva già denunciato durante la campagna elettorale

Riccardo Nuti, candidato sindaco del Movimento Cinque Stelle alle prossime elezioni amministrative di Palermo, in merito alla notizia secondo la quale l’amministrazione del sindaco Vittorio Sgarbi “è stata oggetto di infiltrazione mafiosa” e la conseguente richiesta di commissariamento del Comune di Salemi, afferma << Sgarbi non puo’ dichiarare che non si era accorto degli elementi mostratigli dagli ispettori, perche’ durante il suo comizio elettorale tenutosi in quel di Salemi nel 2008, il meetup di Palermo insieme a Sonia Alfano, aveva già denunciato e tentato di informare i cittadini di Salemi su chi era Giuseppe Giammarinaro e della condanna per truffa allo stato ricevuti dallo stesso Sgarbi.
In quella sera chi si permise di protestare e informare con dei volantini i cittadini, venne insultato, spintonato, preso a calci e pugni e identificato dai vigili urbani, come dimostra un video visibile sul canale youtube e che ha superato le 20000 visite ( http://www.youtube.com/watch?v=lHBnN9RGmWE ).
Sottolineiamo che gli stessi aspetti, ma in maniera più morbida, erano stati dichiarati da Olivero Toscani durante l’annuncio delle sue dimissioni.
A distanza di cinque anni da quell’evento e da certe immagini, è stato chiesto il commissariamento per il comune di Salemi per infiltrazioni mafiose ed emerge come l’operazione su appalti e nomine nella sanità sia culminata con il sequestro di beni per 35 milioni, riconducibile proprio all’ex deputato regionale democristiano Giuseppe Giammarinaro.
Questa è la dimostrazione di come sia importante essere cittadini informati e attivi, reagendo anche davanti l’inciviltà e ignoranza di alcuni conterranei.>>
Claudia La Rocca
Movimento 5 Stelle Palermo