venerdì 27 gennaio 2012

Ladri a Montecitorio: 100 furti in tre anni e neanche le Assicurazioni si fidano...

Montecitorio è pieno di ladri! Bella scoperta direte. No, non ci riferiamo al discorso sui privilegi della Casta, sulle consulenze, sugli stipendi ingiustificati, sulle doppie e triple poltrone...Ci riferiamo ai furti più volgari (e almeno più trasparenti): ipad, visoni, cappotti.
L'ultima cosa a sparire in ordine di tempo è stata la collana da tremila euro della leghista Paola Gosis: "alla chiamata sono corsa a votare abbandonando la borsa su un divanetto. Al mio ritorno era stata aperta e la collanda sparita".
I questori della Camera invitano a evitare facili conclusioni: "Passa tanta gente, non gettiamo anche questa croce sulle spalle dei parlamentari...".
Ma di certo Montecitorio è meno sicuro di un porto di mare: oltre cento furti in tre anni! Ce n'è per tutti i gusti, dal visone di ottomila euro dell'ulivista Elisa Pozza Tasca al cappotto blu di Bonaiuti, fino ai furtarelli più piccoli, penne di pregio e orologi...
E neanche le Assicurazioni si fidano più!
Albonetti, deputato questore del Pd spiega: "prima bastava la parola di un deputato e rimborsavano in automatico. Ora solo fino ai 600 euro e se gli oggetti erano in luoghi protetti come il guardaroba. Perchè la spesa è diventata eccessiva...".
Sarà anche per questo che la leghista Gosis è su tutte le furie.