domenica 9 ottobre 2011

MoVimento 5 Stelle, l'unico contro la caccia


Il MoVimento 5 Stelle è stato l'unico in Regione Emilia Romagna a votare contro la barbarie della cattura di uccelli da richiamo. Per i partiti, in modo bipartisan, contano più i cacciatori delle direttive europee e della protezione dell'ambiente. Di seguito l'intervento di Andrea Defranceschi, capogruppo del MoVimento 5 Stelle. "Prendo atto che questa Giunta è favorevole alla caccia, a partire dal Presidente Vasco Errani. È stata una precisa scelta politica del governo regionale quello di riproporre la barbara pratica degli uccelli da richiamo. Infatti la direttiva comunitaria non obbligava ad autorizzarla, così come giustamente hanno fatto altri Paesi europei. Mi scandalizza ben di più che abbia votato a favore di questo progetto di legge una maggioranza che teoricamente ha al proprio interno un'anima verde, invece nulla: il gruppo SEL-Verdi s'è spaccato, con un voto a favore e uno contro. Anche la Federazione della sinistra, con un'astensione e un voto contro e l'IdV, un favorevole e un contrario, non hanno espresso una posizione netta. Solo il MoVimento 5 Stelle ha votato compattamente contro, perché noi siamo contrari alla caccia. Più che mai se per cacciare si usa il sistema dell'uccello da richiamo. Animali tenuti in gabbie piccolissime, irregolari, al buio, scoperti solo perché il proprio canto disperato richiami altri uccelli da massacrare. È sport questo? È un passatempo? È tradizione? Serve a qualcosa? No, solo il MoVimento 5 Stelle ha una posizione chiara contro la caccia."