sabato 1 ottobre 2011

Danimarca, paese-modello anche nella gestione dei rifiuti

Quando si parla di gestione dei rifiuti in Europa, i paesi che possono considerarsi senza dubbio i più avanzati sono quelli del nord: non stupisce affatto, quindi, che il buon esempio oggetto di quest’articolo venga dalla Danimarca la quale, già nel 2007, era il primo paese europeo per recupero energetico da rifiuti.
Uno degli impianti che permette alla Danimarca di essere così virtuosa è quello di Amagerforbrænding, nella periferia di Copenaghen: in funzione dal 1970, ha acquisito, nel corso degli anni, prestazioni tali da consentire il riciclo o l’incenerimento di ben il 97% dei rifiuti prodotti nella capitale.
Il suo funzionamento prevede innanzitutto il riordino dei rifiuti, effettuato da una grande gru robotica, processo che permette di incenerirli successivamente in quattro diverse fornaci, ognuna destinata ad accogliere una particolare tipologia di rifiuti.
Il calore che si genera permette di scaldare l’acqua contenuta in caldaie ad alta pressione, acqua che viene poi pompata in un sistema di depurazione in modo da abbattere le emissioni, che risultano, infatti, nettamente inferiori a quelle prodotte da un impianto a carbone. Infine, il vapore viene utilizzato per produrre energia elettrica mediante l’azionamento di una turbina, mentre il calore è sfruttato per riscaldare le abitazioni. Anche per il problema delle scorie è stata trovata una soluzione: vengono riutilizzate nei processi produttivi delle imprese di costruzione.
Per gli amanti delle cifre, basti sapere che, grazie alla tecnologia brevemente descritta, si producono 26 MW di elettricità e viene fornito teleriscaldamento a 140 mila persone.
Passando all’aspetto finanziario, che potrebbe essere probabilmente l’unico in grado di dissuadere dal copiare l’esempio danese, è indubbio che impianti del genere non possano essere economici ma sicuramente costruirne uno simile nel nostro paese rappresenterebbe un investimento lungimirante e un’importante tappa lungo la strada della risoluzione dell’annosa emergenza rifiuti
Articoli correlati: