sabato 13 agosto 2011

I Santi Sacrifici


"Visto che si parla di tasse e di tagli, vorrei porre una semplice domanda: "Può l'Italia nelle condizioni in cui versa mantenere uno Stato straniero molto esoso?". Noi manteniamo lo Stato del Vaticano in modo gravoso e anticostituzionale. Sostanzialmente devolviamo tutti ogni anno il valore di una manovra. Come? Dall'otto per mille devoluto anche da chi non fa nessuna scelta, all'esenzione totale dell'ICI (per tutti gli edifici e non solo per le chiese) e di tutte le altre tasse. Per non parlare degli insegnanti di religione che popolano tutte le scuole di ordine e grado. Questi ottengono il posto per nomina della Curia e non per concorso come prevede la Costituzione e insegnano amenità quali la transustanziazione, il creazionismo etc. Se poi, in una classe di trenta alunni, solo uno si avvale dell'insegnamento della religione cattolica, gli altri ventinove devono essere "tenuti" da altri supplenti pagati dallo Stato, cioè sempre da noi. Perché dobbiamo obbligatoriamente provvedere al sostentamento del Vaticano? Perché nessuno ne parla?" vannigio