logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

venerdì 24 giugno 2011

Finalmente scopriamo cos’è zerogas

Per dirla con le loro parole “Zerogas è un progetto basato sul volontariato da parte di migliaia di attivisti già presenti in tutta Italia, che vogliono sconfiggere le lobbies che finora ci hanno condizionato nella scelta e nell’utilizzo dell’energia. Le stesse lobbies che ci costringono ad usare le centrali a petrolio o carbone, che cementificano le città costruendo inceneritori, che vogliono l’acqua privata e che spingono per il nucleare. Zerogas vuole LIBERARE i cittadini da questa schiavitù e rendere loro disponibili tutte le tecnologie rinnovabili già esistenti, poco diffuse, attualmente disincentivate o tenute nei cassetti delle multinazionali energetiche, che consentiranno, una volta applicate, non solo di smettere di inquinare il nostro ambiente ma di essere autosufficienti, spingendo l’autoproduzione e consentendo un risparmio notevole o addirittura un guadagno costante.
Il progetto di Zerogas prevede di aiutare i singoli cittadini attraverso class action economiche che ci consentiranno di sostituire man mano tutte le attuali tecnologie energetiche per ogni necessità, a cominciare dalle case passive fino agli automezzi e al tempo stesso ci consentiranno di destabilizzare il sistema annientando le lobbies e dirottando l’economia verso il beneficio a favore di tutti anziché di pochi. Per poter fare tutto ciò, chiediamo ai medesimi cittadini di unirsi in un unica forza attraverso il web per un progetto totalmente open-source che vedrà ogni singolo cittadino come parte integrante di questo progetto facendolo diventare sia fruitore che diffusore di queste tecnologie e diventando finalmente “il cambiamento che vorremmo vedere nel mondo” anche dal punto di vista energetico. E’ l’opportunità di una vera e propria rivoluzione tecnologica, perchè solo con l’aiuto di milioni di persone potremmo liberarci dalla schiavitù energetica”.
Infatti andando sul sito zerogas (www.zerogas.it) si possono vedere i prototipi delle case zerogas, completamente indipendenti da qualsiasi forma di energia, ma non solo, oltre la vasta quantità di energie rinnovabili e energie innovative in campo energetico, quelli di zerogas propongono la macchina ad aria compressa, mostrandone alcuni prototipi nella sessione www.zerogas.it/air, considerando come sorpassate le auto a idrogeno e quelle elettriche e per questo pongono due questioni:
1- perché rendere l’acqua pubblica, se poi ce la devono vendere per l’auto
2- le batterie delle auto elettiche non sono poi cosi facili da smaltire.
Per questo hanno scelto l’opzione migliore per un auto tutta “nuova”, ma per dirla con parole loro ecco cosa si propongo di fare:

Quanti di noi vorrebbero un auto che non bruci benzina, completamente ecologica, che non costi molto facile da usare in tutta liberta.? Quanti di noi guardando al mercato mondiale dell’auto si sono spesso chiesti se fosse possibile fare qualcosa di alternativo, senza trovare risposta. Quanti di voi si sono sempre sentiti costretti ad accettare il “mercato” calato dall’alto a senso unico senza avere la possibilità di opporsi? Zerogas vuole offrire la risposta: AIR, la piattaforma in rete per rendere possibile una mobilità rivoluzionaria. AIR è un portale che è stato pensato per gestire e rendere fruibile, mettendolo a disposizione di tutti, un gruppo di acquisto di auto ad aria compressa. Chi deciderà di far parte di questo gruppo non comprerà l’auto ma diventerà direttamente padrone dello stabilimento che produrrà l’auto stessa. Questo vuol dire ribaltare completamente la piramide economica del lavoro che oggi vuole calata dall’alto la scelta da parte delle multinazionali dell’auto alle soluzioni di mobilità per i cittadini. Oggi con AIR ribaltiamo questa piramide e mettiamo al centro del sistema il cittadino, al centro la sua salute, il suo risparmio, la sua libertà.IMMAGINATE SE GLI OPERAI FIAT FOSSERO PADRONI DELLO STABILIMENTO IN CUI LAVORANO… La registrazione al portale sarà indispensabile per partecipare fin d’ora a questa rivoluzione per poter persino, per chi lo desiderasse, progettare e proporre soluzioni tecnologiche. Parteciperemo ciascuno in prima persona, diffondendo l’iniziativa e proponendo tecnologie rivoluzionarie, utlili a questo progetto. La prima fase (di tre) ha inizio adesso. Questo nostro cammino inizia oggi!!!…
CHE LA RIVOLUZIONE ZEROGAS ABBIA INIZIO!

TECNOLOGIA AIR

L’air rappresenta ad oggi l’unica seria alternativa alle auto a benzina. Le auto elettriche ed idrogeno rappresentano tecnologie obsolete e assolutamente non ecosostenibili per l’ambiente. (Pochi sanno infatti che le batterie usate dalle auto elettriche sono molto costose, e sono di difficile smaltimento, altamente inquinanti). La tecnologia AIR, a nostra disposizione ESCLUSIVA, permette di utilizzare degli speciali motori in grado di trasformare l’aria compressa in energia cinetica (movimento) annullando quasi del tutto la spesa economica. Utilizzare l’aria che respiriamo, e quindi inerte, permette di escludere tutti gli intermediari produttori delle risorse fossili inquinanti che ci hanno fino adesso letteralmente schiavizzato.

CONFRONTI ALTRE TECNOLOGIE

L’aria che respiriamo è uno degli elementi rinnovabili piu diffusi e non controllati da nessuna multinazionale. Rispetto ad un auto elettrica tradizionale, AIR si ricarica in appena un minuto e 10 secondi, attraverso un compressore elettrico ad alta efficienza, senza le ore di attesa tipiche dei motori elettrici. La sua natura inerte permette di essere compressa in tutta sicurezza senza rischi di scoppi e incendi, al costo di soli 20 centesimi di euro (equivalenti al costo di un kw). Non utilizza batterie elettriche per incamerare energia (costose e difficili da smaltire) ma bombole sicure ed innocue (come quelle dei sub) in grado di incamerare grandi quantita di aria inerte. L’aria è un elemento non controllabile da nessuna multinazionale o lobbies. Unendo le forze di tutti saremo in grado di produrre noi stessi l’auto ad aria compressa, contribuendo ciascuno a suo modo, chi con una semplice prenotazione, chi addirittura entrando nel merito delle scelte progettuali e di design dal veicolo.

TAPPE

Questo processo di mobilità rivoluzionaria avverra’ in tre fasi:
A Registrazione gratuita senza impegno e diffusione delliniziativa
B Raccolta fondi
C Produzione e vendita
Fase A REGISTRAZIONE GRATUITA - SI tratta della fase piu importante: la registrazione a questo portale rappresenta una vera e propria partecipazione al gruppo di acquisto. Una volta raggiunta la soglia minima di 5 milioni di persone, passeremo alla raccolta fondi, attraverso la quale ognuno di noi, piuttosto che acquistare semplicemente il veicolo, compartecipera’ addirittura alla proprieta dello stabilimento di produzione stesso delle automobili AIR… E’ come se gli operai della fiat fossero i proprietari dello stabilimento in cui lavorano. Questo vuol dire ribaltare completamente la piramide.
Fase B RACCOLTA FONDI - Raggiunta la quota minima di persone riceverete una mail dove poter inviare il vostro contributo libero. Ovvio che chi partecipera’ economicamente in modo completo alla cifra totale dell’auto avra’ priorità rispetto agli altri nel ricevere l’auto stessa.
Fase C PRODUZIONE+VENDITA”



Io da oggi sto con zerogas e Voi?… é facile saper dire no a tutte le forme di energia inquinanti, ma quello di cui tutti noi avevamo bisogno era “l’alternativa” e oggi ce la sta offrendo zerogas su un piatto d’argento….dobbiamo diffondere questo messaggio per far partire o per far terminare (per dirlo meglio) questo progetto così ambizioso. Loro hanno messo sangue e sudore per anni e hanno lavorato a questo progetto e noi dovremo metterlo per far si che il progetto emerga….