sabato 25 giugno 2011

Elettricita': Flaei-Cisl,no obbligo passaggio mercato libero

Acquirente Unico a tutela consumatori

(ANSA) - ROMA, 27 MAG - ''Siamo fermamente contrari all'ipotesi di introdurre una qualsiasi forma di obbligo di passaggio al mercato libero dell'elettricita' per tutti gli utenti finali, in particolare quelli domestici, con la motivazione di doversi adeguare ad un parere dell'Unione Europea''. Lo dichiara in una nota Carlo De Masi, Segretario Generale della Flaei-Cisl. ''Innanzitutto - sottolinea l'esponente sindacale - il mercato dell'energia elettrica non può essere giocato sugli aspetti di business, ma deve essere funzionale al servizio universale per tutti i Cittadini; in secondo luogo, a quasi quattro anni dalla completa liberalizzazione, come documentato dai dati forniti dall'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas, lo scenario italiano mostra una percentuale di adesione al mercato libero superiore a quelle di Francia e Spagna''.

Quindi, conclude, ''come Flaei-Cisl siamo convinti che il Servizio di maggior tutela (e l'Acquirente Unico che opera per garantirlo) sia determinante per la garanzia dei Consumatori domestici. Non va dimenticato, peraltro, che lo stesso Acquirente Unico svolge la funzione di approvvigionamento sulla base di meccanismi concorrenziali e delle dinamiche di mercato''.(ANSA).