giovedì 9 giugno 2011

Aero-Train, l’aereo-treno elettrico: un prototipo sorprendente dal Giappone


Fluttuare a pochi centimetri da terra sfiorando i 400km/h comodamente seduti sulla poltrona di un treno? E’ la sfida che sta cercando di realizzare un team di ingegneri giapponesi della Tohoku University guidati da Yusuke Sugahara.
Il prototipo, battezzato col nome Aero-Train, è stato presentato durante l’IEEE International Conference on Robotics and Automation tenutasi a Shanghai. Immaginate di agganciare un paio d’ali alla carrozza di un treno dell’alta velocità, sostituite i binari con un condotto in cemento a forma di U e il gioco è fatto!
Sfruttando il principio ben noto in campo aeronautico e che va sotto il nome di ground effect (effetto suolo) l’Aero-Train è in grado di planare (letteralmente) a pochi centimetri da terra riducendo al minimo l’attrito e il consumo di energia. L’effetto suolo, infatti, permette di ridurre la formazione dei vortici alari che sono responsabili della resistenza indotta.
Una volta accesi i motori il mezzo inizia a prendere velocità finché non si stacca da terra: le ali in pratica scorrono sopra un cuscinetto di aria compressa tra il suolo e l’ala stessa permettendo al veicolo di rimanere sospeso a pochi centimetri da terra.
Il progetto prevede, inoltre, l’utilizzo di fonti alternative per produrre l’energia che può alimentare direttamente i motori elettrici del treno o essere immagazzinata all’interno delle batterie di bordo: pannelli solari saranno posizionati sulla superficie del tunnel e, laddove possibile, pale eoliche saranno installate lungo il tracciato. Il tutto si traduce in un sistema di trasporto ad alta efficienza e ad emissioni zero.
Sebbene ancora in fase di sperimentazione (ci sono da risolvere alcuni problemi di stabilità, come si può vedere dai test sui protipo nel video sotto) i ricercatori guardano ottimisticamente verso il prossimo passo: la costruzione di un prototipo più grande in grado di ospitare fino a 6 passeggeri sfrecciando a 350km/h.

Non siate impazienti, però… purtroppo dovremo aspettare almeno una decina di anni prima di poter assistere al primo viaggio ufficiale del treno che si prospetta avrà una lunghezza di 85m e potrà ospitare fino a 325 passeggeri.