lunedì 23 maggio 2011

Abusi bancari

 
Un Comitato Promotore formatosi spontaneamente fra i cittadini e i piccoli imprenditori, fuori dal cappello politico e di partito, ha deciso di fare una manifestazione nazionale a Roma, Piazza del Popolo, il 16 Giugno 2011;

La manifestazione si incentra sull'azione vessatoria di Equitalia nei confronti di imprese e cittadini, ma investe in modo più ampio la "miseria globale" che ci viene imposta dall'ideologia liberista della cosiddetta II Repubblica (non fosse mai nata...)
Lo Stato italiano addirittura finanzia le imprese che chiudono per portare le produzioni all'estero. Lo Stato italiano e la UE ci dicono sia "salutare" subire la concorrenza spietata di chi paga le maestranze cinque volte meno di noi, che no ha leggi ambientali e sulla sicurezza da rispettare, che non ha stipendi sindacali, che produce alimenti e prodotti industriali di infima qualità e con quelli invade i nostri commerci.
Il risultato è la progressiva "picchiata stabile" del paese, disoccupazione, fallimenti, e infine esproprio delle case, delle aziende, dei risparmi. Famiglie che si sfasciano, figli che a quaranta anni ancora vivono dell'aiuto dei genitori, nipoti che si dovranno litigare il pane con tutti i morti di fame del mondo.

Hanno fatto un deserto e lo chiamano "Libertà"

E invece di cambiare questa situazione ce la magnificano come "salutare". Noi messi alla frusta gli manterremo pingui stipendi da nabbabbi, privilegi medievali, due, tre e a volte quattro pensioni, dividendi, benefit, stock option...
Mentre i loro "campioni" si fanno beccare a violentare le cameriere in "suite" a New York da 3.000$ a notte (e questo sarebbe pure "socialista"...)

Questo spazio è a disposizione per diffondere, organizzare e coordinare la manifestazione del 16 Giugno.
Il Forum di discussione è a disposizione per discutere, suggerire e coordinarci.
L'obiettivo politico è chiedere la revoca dell'art. 29 che dal 1 luglio permette a Equitalia il "pignoramento veloce" della casa, dell'azienda e dei risparmi.
Senza cappelli di partito e senza politici che vengono a comiziare e poi in Parlamento votano le leggi per depredarci. Se succede questo spazio lo chiudo immediatamente e il 16 Giugno vado al mare. Il palco è per i cittadini e gli imprenditori, i politici se vogliono stanno sotto e usano solo le orecchie, una volta tanto.
Quando uno sconosciuto viene improvvisamente a pretendere decine o centinaia di migliaia di € siete appunto stati "cartolarizzati", venduti a un usuraio. Ovviamente a vostra insaputa.

Ma consolatevi: venduti si, ma a "norma di Legge". Art. 58 D.Lgs 385/93








Questo sito è dedicato alle "cartolarizzazioni", e quindi alla vendita dei crediti fatta dalle banche e dalle società finanziarie per un decennio, a partire dal D.Lgs 130/99 e con le regole definite dal D.Lgs 385/93, meglio conosciuto come "Testo Unico Bancario"

Queste due leggi, la 385/93 in particolare, creano una grave lesione nei diritti di chiunque abbia un debito nei confronti di una banca o una società finanziaria

 Gli effetti di questa pratica ora esplodono con la crisi finanziaria globale, e decine di migliaia di persone scoprono di esserci coinvolte a loro insaputa, per decine o centinaia di miliardi di €

Se ne accorgono quando arriva una finanziaria sconosciuta a pignorare ed espropriare case, stipendi e conti correnti, e pretende "debiti" le cui cifre sono formate fuori da ogni controllo del debitore e in suo danno: al debito originale sono stati aggiunti interessi, spese, anatocismo senza che nemmeno lo sapesse


In pochi giorni, si scopre di essere stati letteralmente venduti come "bestiame finanziario", prima per eludere il fisco per decine e decine di miliardi di €, e poi come "debitori garanti" dei famosi "Titoli Tossici"

Prima hanno depredato il fisco, poi hanno depredato i risparmiatori, poi hanno depredato gli azionisti, poi depredano i cittadini che gli devono "concedere" miliardi di € di soldi pubblici, poi depredano i "debitori", ed infine ci regalano la peggior crisi economica della storia chiudendo i rubinetti del credito per depredare le aziende che ancora stanno in piedi
Nemmeno i Visigoti, nemmeno i Lanzichenecchi!


Questo vuole essere un lugo dove si diffonde informazione sulla vicenda, si possono verificare i documenti, si discute e ci si organizza per difendersi. E' necessario perchè ad affrontare da soli lo strapotere delle banche e delle finanziarie ci si suicida

E questo strapotere deriva da leggi che hanno sostituito le leggi precedenti che vietavano questa truffa colossale