sabato 16 aprile 2011

Scope e secchi per ripulire il Parlamento dei condannati

16 aprile 2011 Il Movimento Cinque Stelle protesta contro i deputati e senatori colpevoli di reati
Blitz del movimento di Beppe Grillo per protestare contro le persone condannate dalla magistratura per reati gravi che attualmente siedono in Parlamento. Muniti di scope e secchi i grillini del movimento Cinque Stelle hanno voluto lanciare un segnale per portare un po’ di pulizia nelle istituzioni.
PARLAMENTO PULITO - Vestiti come addetti alle pulizie, con scope e secchi in mano davanti Montecitorio, per chiedere un Parlamento’pulito’. E’ la protesta organizzata questo pomeriggio a Roma dal movimento 5 stelle/amici di Beppe Grillo.Alcune decine di manifestanti si sono dati appuntamento in piazza Montecitorio per manifestare contro la presenza di deputati e senatori che hanno sulle loro spalle condanne definitive, ovvero su cui si e’ espressa la Cassazione.
LUNGO ELENCO DI CONDANNATI - Ad elencare i 17 parlamentari ‘sotto accusa’ un uomo che indossa un mantello rosso con cappuccio: rappresenta una ‘pittima’, figura nota nel periodo delle repubbliche marinare di Genova e Venezia, il cui compito era quello di seguire costantemente i debitori per ricordare loro di pagare i creditori.Da Marcello Dell’Utri a Renato Farina, da Giuseppe Drago a Giulio Gamber, da Giorgio La Malfa a Umberto Bossi. Questi alcuni dei nomi gridati dalla pittima. Le loro foto, con la scritta ‘parlamentare condannato’, sono state sparse per terra in piazza e poi ‘lavate’ dai manifestanti con secchiate d’acqua e sapone e scopettoni.’I condannati devono uscire dal Parlamento – ha detto un ragazzo vestito con una tuta bianca- ho almeno essere differenziati dalla mondezza parlamentare’. Tra i cartelli portati in piazza ‘Via tutti’ e ‘Parlamento pulito’.(ANSA).