mercoledì 20 aprile 2011

La Ganga al comune di Torino

Fassino_sindaco.jpg
La Ganga candidato a Torino. Fassino è più craxiano di Craxi.
"Non ci sono dubbi. Craxi è stato un politico della sinistra, nel solco della storia del socialismo riformista. Ha rivitalizzato il Psi, ha intuito prima di altri quanto l’Italia avesse bisogno di una modernizzazione economica ed istituzionale... Nei panni del sindaco (di Milano, ndr), avrei colto l’occasione del decennale (della morte, ndr) per proporre un impegnativo convegno sulla figura di Craxi, chiamando politici, economisti, giuristi, sindacalisti, per riflettere seriamente su un uomo che, tra luci e ombre, è stato un protagonista della politica italiana." Riflessioni di Piero Fassino sul latitante Bottino Craxi.
"Ma che senso ha sdegnarsi, criticare, fare campagne "puritane" per poi candidare 2 personaggi dal passato "oscuro" come Giusi La Ganga e Giancarlo Quagliotti? E' quello che vorrei chiedere ai vertici del PDmenoelle, che per le prossime elezioni comunali di Torino ha candidato questi due personaggi:
Giusi La Ganga è un politico craxiano che negli anni ’90 ha patteggiato 20 mesi e 500 milioni di lire di multa confessando grosse tangenti per finanziamenti illeciti ai partiti. Oggi è dirigente del Pdmenoelle e ora lo candidano alle elezioni comunali.
Giancarlo Quagliotti, dirigente del Pci riuscì a farsi coinvolgere nello scandalo tangenti sia nell’83 che nel ’93 quando fu condannato per le tangenti che la Fiat pagava al Pds. Oggi è “coordinatore politico” della campagna elettorale di Fassino. Au revoir." Francois Marie Arouet, Roma