lunedì 28 febbraio 2011

Scuola : Persecuzioni stile nazista a Down, Gelmini tace

Recentemente, in alcuni istituti scolastici italiani, si sono verificati alcuni gravissimi episodi di discriminazione e persecuzione di stampo nazista nei confronti di alcuni disabili.
Il tutto nell’ignobile silenzio del ministro Gelmini che non ha mosso un dito a loro difesa. Infatti, nello scorso ottobre, secondo quando denuncia ‘Il Tirreno’, la preside dell’istituto, medie ed elementari, Lido di Camaiore (Lu), Filomena La Pietra, avrebbe costretto il bidello disabile della scuola a rimanere a casa, allo scopo di ‘nasconderlo’ in occasione della visita all’istituto del ministro dell’Ambiente, Altero Matteoli.
Risulta, inoltre, che la suddetta preside abbia anche chiesto una visita di idoneità a svolgere il suo incarico per il bidello, regolarmente assunto grazie alla legge, legge 104 per le categorie protette, visita che si dovrebbe svolgere entro il 10 marzo.
Anche alla luce di quanto è accaduto nei giorni scorsi in un istituto di Catanzaro dove il preside ha vietato ad un alunno down di andare in gita con i compagni, abbiamo presentato un’interrogazione al ministro Gelmini, nella quale chiediamo se ci sono e quali sono gli strumenti del ministero per tutelare i disabili che svolgono la loto attività didattica negli istituti scolastici italiani o vi prestano servizio, e se il ministro ha intenzione di rimuovere dal loro incarico i dirigenti scolastici al centro di questi scandali che ci indignano profondamente.