logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

venerdì 18 febbraio 2011

Scudo della Rete, si parte!

Scudo della Rete, si parte
(03:00)
cop_scudorete.jpg
L’abbiamo attivato: lo Scudo della Rete per le cause legali. Per la prima volta apriamo un conto perché non posso essere l’unico sostegno di tutte le cause d’Italia, quello che posso fare lo sto già facendo, con Daniele Martinelli che ha ricevuto una denuncia dei poliziotti condannati per omicidio colposo, anche in appello, a Trieste per il caso Rasman. Lui ha riportato i fatti, i poliziotti l’hanno denunciato.
Un'altra causa è quella di Rivoli, dei ragazzi sono andati a filmare il consiglio comunale per l'operazione "Fiato sul Collo". Sono arrivati due vigili, uno ha smontato la telecamera mentre a sua volta è stato ripreso, figurati i commenti in tutta Italia, molti e irripetibili su YouTube. Il vigile ha denunciato 20 commentatori. Ho incaricato il mio legale per assisterli, ma non posso io sostenere il MoVimento da solo, quindi datemi una mano.
Lo Scudo della Rete è già operativo, sulla Banca Etica c’è un conto per contribuire. Terremo un fondo per occuparci di queste cause, di diffamazione e altro, che possono essere intimidatorie, perché non puoi prendere un ragazzo che ha scritto “coglione” e fargli una causa da un milione di euro.
Chiedo agli avvocati che ci seguono, iscritti al MoVimento 5 Stelle, o non iscritti, se possono mettersi a disposizione nelle varie città perché quando c’è una causa hai bisogno di un legale nella città in cui viene fatta.
Pubblicheremo i riferimenti degli avvocati che si metteranno a disposizione volontariamente o a cifre contenute. Questa è un’ulteriore garanzia che cerchiamo di dare. Quindi, riassumendo:
- il blog patrocinerà alcune cause grazie al fondo lo Scudo della Rete di cui verrà dato l'avanzamento processuale
- il blog pubblicherà l'elenco degli avvocati disponibili sul territorio nazionale per fornire assistenza.
In futuro sarà necessario fare un passo in più. Andare alla fonte del problema, quello legislativo, per migliorare le leggi che non tutelano sufficientemente il cittadino. Vedremo come muoverci, ma è indispensabile entrare in Parlamento. Ogni indicazione o suggerimento è benvenuto. Io partirei dalle querele. Vanno depenalizzate. Chi intenta una querela e perde deve risarcire della somma richiesta il querelato. Oggi, chi querela può chiederti un milione di euro, spesso a scopo intimidatorio, e non rischiare nulla se perde. Questi individui possono e devono pagare.
Dobbiamo andare avanti e siamo sempre più determinati a andare avanti, loro non si arrenderanno mai, noi neppure!
- Contribuisci con una donazione al Conto "Scudo della Rete" c/o Banca Etica, IBAN : IT 39 Y 05018 01400 000000135947
- Se sei un avvocato, segnala la tua disponibilità ad offrire assistenza legale inviando i tuoi dati
- Diventa fan dello "Scudo della Rete" su Facebook