sabato 19 febbraio 2011

Acerra si muoVe. Il virus dilaga.

Tre anni fa a Pomigliano abbiamo avviato l'operazione fiato sul collo, le riprese del nostro Consiglio Comunale. Iniziammo con una telecamera, registravamo, montavamo e pubblicavamo su youtube. La storia la conosciamo un pò tutti. Prima ci ritenevano innoqui, poi preoccupanti infine ci cacciarono dall'aula consiliare. Ci chiesero scusa e dopo pochi mesi rilanciammo, iniziando a trasmettere in streaming a spese nostre. C'erano 1000 persone in diretta e 10 in sala, rendevamo un servizio e allo stesso tempo controllavamo i nostri dipendenti.
Nel 2010 c'è stata la campagna elettorale per le comunali e tutti hanno promesso che avrebbero fatto la diretta streaming se eletti. Chi è stato eletto non ha potuto fare a meno di istituirla, li stavamo sputtanando. Oggi è il Comune di Pomigliano a farla. E noi la ritrasmettiamo dal nostro blog.
Ad Acerra si sta diffondendo lo stesso virus. Il Meetup di Acerra, dopo qualche periodo di incubazione ha rotto gli indugi ed ha deciso di iniziare a dilagare. La prima iniziativa è proprio il controllo dei loro dipendenti. Sono già due sedute che riprendono il Consiglio Comunale di Acerra che inspiegabilmente si fa la mattina alle 8:30 di un giorno infrasettimanale con un'ora di ritardo. Il cittadino si sta svegliando. Si sta accorgendo che la cosa pubblica non è dei partiti, ma sua. Il Consiglio Comunale di Acerra ha visto, dopo molti anni, la presenza dei datori di lavoro sia in rete che in sala, con un indubbio beneficio per le attività. L'occhio del padrone ingrassa il cavallo e rende frizzante gli assessori. La diretta streaming del Consiglio Comunale è il servizio minimo che un Comune che si definisce trasparente dovrebbe rendere alla cittadinanza. Ma per ora, per avere questo servizio ad Acerra, cittadini qualsiasi devono sacrificare tempo e risorse personali.
Qualunque cittadino di Acerra volesse partecipare all'iniziativa può intervenire QUI.

Seguici su pomigliano.org!