lunedì 31 gennaio 2011

Autoproduzione e sostenibilità domestica.

Finalmente stamattina mi hanno allacciato l'impianto fotovoltaico in rete!!! Il ...tempo di collaudare e firmare pratiche e già avevo autoprodotto il mio primo kw !!!!
Finalmente!!!!Da oggi iniziano i miei 30 anni di auto-produzione elettrica grazie al DIO SOL INVICTUS...


Esempio incentivo di durata ventennale,

semplice e ipotetico:

Un impianto fotovoltaico di 3 kWp installato a Benevento (producibilità annua di circa 1300 kWh/kWinst) con integrazione architettonica è incentivato dal conto energia alla tariffa di 0,47€/kWh, pertanto il ricavo annuo risulta dato da:


produzione energia elettrica annua: 3kW x 1300kWh/kW = 3900kWh

ricavo conto energia: 3900kWh x 0,47€/kWh = 1833 €/anno

risparmio sulla bolletta (per l’energia prodotta e autoconsumata): 0,19€/kWh x 2300kWh = 437€/anno

ricavo vendita energia in eccesso: 1600 kWh x 0,0964€/kWh = 154€/anno

ricavo complessivo: 1833 €+437€+154 €= 2424 €/anno
Invogliare chiunque a riscoprire certe pratiche che il consumismo usa e getta ha messo in soffitta. Sento questa esigenza anche perche' abito vicino una mega discarica-inceneritore. Il PIL, nella nostra contraddittoria societa' , misura il benessere e la ...qualita' della vita: questo e' discutibile se si considera che gran parte e' costituito da sprechi , rifiuti, inquinamento, spreco. Nessun PIL calcolera' mai la qualita' della nostra vita e nessun PIL calcolera' mai il prezzo che noi e le generazione future dovranno pagare. Ogni comportamento atto a limitare questo fenomeno negativo e' il benvenuto.