mercoledì 10 novembre 2010

Stop raccomandati!

StopRaccomandazioni_5nov2010-212x300.png
Caro cittadino,
c’è una legge dello Stato Italiano (art. 18 Legge 133 del 6 ago. 2008) che obbliga le società controllate dagli enti pubblici a formulare degli atti con cui regolamentare l’assunzione del personale ed il conferimento degli incarichi di consulenza. L’intento è quello di rendere questa materia più trasparente e di evitare abusi e cattive pratiche.
Il MoVimento 5 Stelle ha chiesto, attraverso un’interrogazione del suo consigliere comunale (2010.10.05 Interrogazione al Sindaco su adempimento art. 18 Decreto Brunetta da parte società partecipate.pdf ), di conoscere se le società del Comune di Venezia abbiano ottemperato a quanto stabilito dalla legge e, inoltre, di rendere pubblici questi regolamenti attraverso i siti internet delle varie società.
Il Comune ha risposto (Risposta all’interrogazione sull’applicazione art. 18 del DL. 112-2008.pdf) che non tutte le società hanno finora fatto il loro dovere e che la pubblicazione di questi atti non è obbligatoria (ma neppure vietata).
Noi pensiamo che sia molto importante, alla luce dei tanti casi di raccomandazione documentati dai giornali locali (2010.10.05 Casinò, assunzioni bloccate ma entra il figlio dell’ex direttore giochi.pdf - 2010.08.10 Pmv, un consulente per l’assessore e del suo stesso partito.pdf), che tutte le società si dotino di questi regolamenti e che siano resi pubblici.
La pubblica amministrazione, con selezioni più trasparenti ed imparziali, potrà assumere le persone più meritevoli e capaci mentre ogni cittadino potrà conoscere anticipatamente le “regole del gioco” per concorrere a un posto di lavoro presso, ad esempio, Veritas, ACTV, Casinò di Venezia, eccetera
7 novembre 2010, ilGazzettino: “Grillini contro le raccomandazioni”_ilGazzettino_7nov2010.pdf
Lorenzo Buiatti - GrilliVenezia