venerdì 22 ottobre 2010

La strada più costosa d'Italia è....

sudovestasti.jpg
La Salerno-Reggio Calabria? Tutti a fare i saputelli!! e invece no!!
Qui in Piemonte siamo primi in tutto, dopo Torino, città più inquinata d'Italia (poi il PD deve aver fatto fatto un bagno di sangue in Legambiente per far redarre uno studio in cui dice che sì, siamo sempre al fondo, ma in lieve miglioramento, semplicemente perchè continuiamo a misurare le PM10 mentre ormai l'inquinamento si è spostato sulle ben più pericolose PM 2,5 o PM1 e perchè abbiamo un bike sharing a metà...) e la città col maggior debito pro-capite (più di Roma e di Catania), in Piemonte vogliono farci la ferrovia più costosa (forse del mondo), sapete già quale, e ora la strada più costosa, una piccola pseudo-tangenziale a sud-ovest di Asti per realizzare un anello completo.
Voi direte, una tangenziale ad Asti?? E infatti, peccato che non sia una vera tangenziale ma una strada a due corsie e che sia un doppione del casello di Asti-est della recente e altrettanto costosissima e fondamentale Asti-Cuneo e che manchi un'analisi della viabilità che ne giustifichi l'impatto e uno studio di fattibilità idrogeologica visto che insiste nell'area esondabile del Tanaro, un affluente di destra (non politicamente) del Po che ha la tendenza ad arrabbiarsi di tanto in tanto.
Non ci stupisce quindi leggere oggi la notizia che la Corte dei Conti indaga sulla Tangenziale sud-ovest di Asti, un nastro di asfalto di 5 km e mezzo dal costo, a preventivo, di oltre 360 milioni di euro, cioè oltre 60 milioni al km, 60 mila euro al metro, 600 € a cm, battendo quasi ogni record storico. Ma per di più ci troviamo di fronte ad un'altro esempio di opera inutile, come la Nuova Linea Torino-Lyon o la Tangenziale Est di Torino.
Ovviamente una soluzione c'è, una strada più sommessa, proposta dal Comune di Asti, utile a smaltire il traffico, molto meno "pesante" sia dal punto di vista ambientale che dal punto di vista economico, con un costo totale di 65 milioni di euro, permettendo quindi un risparmio immediato di 310 milioni di euro. Ma c'è ancora qualcuno che creda che alla politica interessi spendere e distribuire soldi pubblici in servizi essenziali anzichè opere inutili che foraggiano la truppa di lobbisti che tirano le loro campagne elettorali su televisioni e giornali di partito?

Quiz: quale ha scelto la Giunta Bresso? Quale sceglierà la Giunta Cota? Prossimamente la risposta.