martedì 21 settembre 2010

Lucania: stop trivellazioni petrolifere


Lucania: stop trivellazioni petrolifere
di Ulderico Pesce
SIAMO PRONTI AD OCCUPARE LA COLLINA DOVE DOVREBBE NASCERE IL POZZO ALLI2
“Non mi piacciono le cose che accadono in Basilicata nel settore ambientale. Non piacciono a tante persone che ho incontrato e che stimo per il loro impegno. Assieme crediamo che il nostro territorio regionale sia gestito con troppa leggerezza e nella più assoluta mancanza di regole. E la cosa che più mi crea disagio è la mancanza di informazione. E quando il cittadino non sa è tranquillo e lascia fare. La prima nostra battaglia allora è quella per la libera circolazione dell’informazione. Questo ha spinto me e i miei amici a sollecitare un incontro pubblico con le massime autorità dell’ENI di Basilicata e con il Presidente De Filippo.
I cittadini hanno il diritto di sapere e non possono essere trattati come sudditi. I lucani che sono arrivati a conoscere i dati ufficiali sulla mortalità tumorale in Italia, hanno anche conosciuto il tragico dato che vede la Basilicata come la seconda regione d’Italia per alcuni tumori e malattie cardiovascolari. Ebbene questi cittadini vogliono sapere perché a distanza di dodici anni non nasce l’Osservatorio di monitoraggio ambientale in Val d’Agri; perché non nasce un Piano di sicurezza e di evacuazione nel caso di incidente nel Centro Olio di Viggiano; vogliono sapere cosa comporta avere un pozzo petrolifero vicino ad un ospedale; vogliono sapere tante cose a cui bisogna cominciare a dare risposte. La lettera inviata ai dirigenti dell’ENI di Basilicata mira a rintracciare risposte, ad aprire un tavolo di confronto.
Il nostro augurio è che questo incontro pubblico venga stabilito in tempi brevi, massimo una settimana. Nel caso in cui ciò non si verificasse saremmo costretti a piazzare una tenda nei pressi dell’Ospedale di Villa d’Agri, dove dovrebbe sorgere il nuovo pozzo, creando così un presidio di protesta permanente. Solo cittadini informati possono decidere le sorti del proprio territorio e della propria salute.”

LETTERA ALL’ENI E A DE FILIPPO



Responsabile ENI Distretto Meridionale
Ing. Pietro Guarnieri
Responsabile ENI Distretto Meridionale Sicurezza e Ambiente
Ing. Enrico Tavolini
Presidente della Regione Basilicata
Dott. Vito De Filippo
Gentili referenti ENI e gentile Presidente, alla luce delle autorizzazioni rilasciate all’ENI affinché nasca un nuovo pozzo petrolifero da collocarsi a 470 metri dall’Ospedale di Villa d’Agri, nel Comune di Marsicovetere in provincia di Potenza;
  • alla luce del fatto che a distanza di dodici anni nulla è accaduto rispetto agli accordi stipulati tra ENI e Regione Basilicata in cui si prevedeva la nascita dell’Osservatorio di monitoraggio ambientale per valutare i danni arrecati dalle estrazioni petrolifere alle persone e all’ambiente;

CHIEDIAMO


un incontro urgente, da attuarsi presso la Regione Basilicata, affinché la Comunità venga informata su quanto segue:

  • quando e come partirebbero i lavori di trivellazione nei pressi dell’Ospedale di Villa d’Agri per creare il pozzo denominato Alli2;
  • con quali modalità e con quali margini di sicurezza sarebbero effettuati i lavori medesimi;
  • quando entrerebbe a regime il pozzo Alli2 e quanti barili al giorno si prevede di ricavarne;
  • quali sarebbero le royalties che l’ENI verserebbe in cambio della concessione del suolo e a seguito delle estrazioni;
  • quale la data di inaugurazione dell’Osservatorio di Monitoraggio Ambientale, dove la sua collocazione geografica e quali i criteri di selezione del personale e dei dirigenti.

Attendiamo un cortese e veloce riscontro e la possibilità di stabilire di comune accordo una data per l’incontro che chiediamo sia aperto al pubblico. Nel caso di mancanza di risposte saremo costretti a realizzare un presidio permanente nei pressi dell’Ospedale di Villa d’Agri per protestare contro la nascita del pozzo Alli2 e contro la mancanza di informazione su ciò che l’ENI intende realizzare a Villa d’Agri.

Vista l’urgenza potete rispondere al coordinatore dell’iniziativa al seguente indirizzo: Ulderico Pesce via Garibaldi 103, 85040 Rivello; fax 0973/46885; uldericopesce@email.it;
Rivello, 17 settembre 2010
In fede
Ulderico Pesce
Gianni Lannes
Pietro Dommarco
Giuseppe Dibello
Giovanni Mazziotta
Maurizio Bolognetti