logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

sabato 11 settembre 2010

Che bello quando è tutto chiaro...

 Dal Fatto Quotidiano:
"A questo governo non c’è alternativa. Saremo il miglior governo d’Italia”
Non c’è alternativa a questo governo per Silvio Berlusconi. Nel corso di un collegamento telefonico dalla Russia con la scuola di formazione del Pdl a Gubbio, ha affermato: ”Dobbiamo tenere conto del mandato degli italiani e agire con senso di responsabilità. Siamo stabili. Abbiamo i piedi per terra . Il Pdl è il pilastro della nostra democrazia” Per il premier si devono distinguere “gli accadimenti reali dalle chiacchiere e dalle fantasie giornali”. “In questo periodo di crisi – ha aggiunto – l’Italia ha avuto fortuna di avere un governo del fare che ha avviato riforme importanti e coraggiose, che ha avviato la strada cambiamento. Dobbiamo realizzare tutte le cose che gli italiani si aspettano da noi. Abbiamo già programmato gli obiettivi per la fine della legislatura a partire dai cinque punti programmatici”.

Esclusa quindi l’ipotesi di un voto anticipato: “‘Non faremo mai rimanere l’Italia sospesa tra le elezioni anticipate e l’ipotesi di un governicchio tecnico. Siamo sempre stati lontani dai giochi della politica politicante e da questo teatrino insulso e assurdo”.

Poi chiude salutando il coordinatore nazionale del Pdl Sandro Bondi e la platea della scuola di Gubbio “Siamo molto ambiziosi, vogliamo passare alla storia come il miglior governo che l’Italia ha mai avuto. Non so perchè ma mi viene da dire “Forza Italia e forza Milan”.

AMI ( Agenzia Multimediale Italiana)

Calderoli e Bossi ieri alla 'festa dei popoli padani'

Governo, Bossi assicura lealtà a Berlusconi. Calderoli: Alla prima chiamata alla fiducia non votiamo

Bossi assicurà fedeltà al premier ma Calderoli suggerisce di testare l'influenza di Fli nella maggioranza

«Lui dice che per il bene del Paese bisogna andare avanti così? Se lo dice lui, che è il leader, va bene anche a noi». Alla “Festa dei popoli padani” Bossi assicura lealtà a Berlusconi: «Noi siamo alleati e gli daremo il voto. Non ci dimentichiamo di chi ci ha aiutato e Berlusconi ci ha assicurato i voti per il federalismo. Non accoltelliamo alla schiena. Gli daremo il voto in aula». A scaldare “l'autonomia” leghista anche dall'alleato di ferro ci ha pensato però Calderoli: «Alla prima chiama sulla fiducia suggerirò a Bossi di non partecipare, ma di farlo alla seconda, così - dice il ministro della Semplificazione normativa - si potrà verificare se quella maggioranza dipende solo dai finiani».

Articoli Collegati
La Lega non priverà Silvio Berlusconi del proprio appoggio. Quando a fine mese il premier si presenterà nell'aula della Camera per la fiducia le truppe del senatur non faranno mancare il sostegno al premier. Ad assicurarlo è los tesso Umberto Bossi che in una trasmissione televisiva ha assicurato: «Berlusconi è il leader, se lui dice avanti va bene anche per noi. Quando andrà in aula gli daremo il voto perche con Berlusconi abbiamo fatto un patto: lui ha mantenuto la parola sul federalismo e noi non accoltelliamo alle spalle chi ci aiuta». Poi il senatur ha puntato il dito contro il presidente della Camera. «Fini dice che la Padania non esiste, ognuno si suicida come vuole. Noi siamo più forti di lui che invece dovrebbe imparare a mantenere la parola. Noi la parola la manterremo. Siamo alleati con Berlusconi e non litigheremo».