logo HDM

Debito pubblico italiano

facebook

sabato 17 aprile 2010

Presidio e Assemblea contro l' inceneritore

IMPEDIRE LA COSTRUZIONE DELL’INCENERITORE
CHIUDERE LA DISCARICA DI RONCIGLIANO!!

Queste le novità: il TAR Lazio ha rinviato di circa un mese l’udienza di merito dei tre ricorsi presentati; la Corte dei Conti dopo la prima udienza del marzo scorso non ci ha ancora comunicato come e quando intende proseguire l’esame del nostro ricorso; a seguito del presidio che abbiamo svolto il 25 marzo sotto il tribunale di Velletri due nostri compagni sono stati ricevuti dal Procuratore Generale della Repubblica e pur non avendo ottenuto particolari rassicurazioni sui nostri esposti, abbiamo almeno potuto constatare che le carte non si sono perse.


Il 6 marzo abbiamo dato vita ad una buona manifestazione a Roma nei pressi della Prefettura ed i cittadini/e dei nostri territori sono stati presenti in misura significativa, insieme alle altre vertenze del Lazio con le quali vogliamo costruire un percorso contro le devastazioni ambientali e per l’autogoverno popolare.


Ora non possiamo non prendere in considerazione i noti cambi della guardia intervenuti nelle amministrazioni del comune di Albano e della regione Lazio.
Per quanto riguarda il comune competente per territorio la coalizione vincente in campagna elettorale ha manifestato una apparentemente unanime opposizione al progetto di inceneritore di Cerroni, per cui ora non ci attendiamo altro che il riscontro dei fatti conseguenti.
A livello regionale la Polverini sembra intenzionata a seguire la nefasta linea di più discariche e più inceneritori, già si parla di un quinto impianto di incenerimento come indicato da Alemanno e da Attila-Bertolaso. Su questo terreno la prospettiva non può che essere quella della contrapposizione frontale.

Ci aspettano nuovi passaggi di lotta per ottenere la chiusura della discarica di Roncigliano dopo trent’anni di seppellimento di rifiuto tal quale, l’esaurimento di sei invasi presunti regolari e di altri alla buona di dio, la distruzione di centinaia di ettari di terreno agricolo, ma soprattutto la cancellazione del mortifero progetto di inceneritore di Cerroni-ACEA-AMA, in gara anche per l’oscar della truffa.


ASSEMBLEA PUBBLICA MARTEDì 20 APRILE
ORE 20.30 - MONTAGNANO - BAR “da NANDO”

PRESIDIO CONTRO L’ INCENERITORE di ALBANO
DAVANTI ai CANCELLI della DISCARICA di RONCIGLIANO
VENERDì 23 APRILE ORE 9.00 Via Ardeatina

Coordinamento contro l’inceneritore di Albano